I 5 edifici antichi

Il Borgo offre una total privacy in 5 dimore storiche riportate agli antichi splendori, perfettamente arredate e corredate in stile country-chic. Uno scenografico giardino di 30.000 mq circonda le dimore. Il grande abbeveratoio medioevale è stato trasformato in una piscina nera di ben 100 mq. Attorno ad essa un verde prato di oltre 3000 mq.

Natura Bio

L’area green si compone di orto, giardini, coltivazioni, frutteto Bio ed una serra open air elegante ed armoniosa di 175 mq. Il tutto per oltre 10.000 mq di estensione. All’interno della location si trovano le vecchie stalle di oltre 1200 mq  riadattate ed attrezzate per feste e meeting di ogni tipo.

Eco Vegetable Spa Suite

Accanto all’orto, Il fienile,  con una suite in balle di paglia sul soppalco. E’ stato trasformato in una completa SPA  con una vasca idromassaggio,bagni di fieno, sauna secca ed una sauna umida siberiana.All’esterno della SPA una minipiscina riscaldata  e una doccia sull’albero oltre alla open toilette tra gli allori e la pompa esterna da cui attingere l’acqua nella brocca per lavarsi la faccia. La vita di un tempo.

Farm Chic

I vialetti storici con gli antichi legni di rovere conferiscono ai camminamenti un’atmosfera bucolica di pace e tranquillità tra i vigneti ed il vivaio del Borgo che si trovano a lato del grande campo di 10.000 mq una volta usato per le fiere ed i mercati. Il pozzo della quercia rossa, quello di confine e quello dei desideri sono tutt’ora funzionanti.

La Cappella

Fu edificata in onore di San Cristoforo il cui nome in greco significa “portatore di Cristo” oggi Santo Patrono dei viandanti, dei traghettatori e dei barcaioli. Risale al 1472 e presenta tutt’ora affreschi della seconda metà del 1400. Alcune ricerche storiche fanno risalire la Chiesa di San Cristoforo all’anno 1000 (epoca longobarda); a testimonianza di ciò il pavimento in ciottoli di fiume in parte conservato.
I paracarri in pietra e le ringhiere in ferro sono originali dell’epoca come l’imponente portone di accesso in antico rovere. L’abside e l’altare di oltre 500 anni si conservano come un tempo.